Posts Tagged ‘spionaggio’

Cinema: Nessuna verità

Thursday, September 10th, 2009

Nessuna verità: Il suo compito è fare l’agente segreto in medio oriente e dar la caccia alle cellule terroristiche, imbastire rapporti diplomatici e riuscire a mantenersi in vita. Tutte queste in varie vicende sparse per gli stati più pericolosi del medio oriente.
Un bellissimo film di spionaggio diretto da Ridley Scott, era un po’ che non vedevo un film cosi appassionante.
Citazione: “Abbiamo il diritto di stare la, oppure no? La risposta non ha molta importanza, perchè noi ci siamo già là. Siamo stanchi e non ne vediamo la fine. Non ci può consolare neanche il fatto che il nemico sia stanco quanto noi, perchè non lo è. Non è affatto vero che una guerra prolungata indebolisce un nemico occupato, è più probabile che renda il nemico più forte. Si abitua alle privazioni, si adatta, e agisce di conseguenza.”
Citazione: “Abbiamo a che fare, potenzialmente, con un conflitto globale che richiede un’attenzione costante perchè sia scongiurato. Questo vedete perchè il nostro nemico ha capito che sta combattendo contro gente del futuro. Ora, è alquanto geniale, anche se esasperante: se vivi nel passato, e ti comporti come se fossi nel passato, allora per la gente del futuro è difficile vederti. Se getti via il tuo telefonino, se smetti di usare la tua e-mail, passi tutte le tue istruzioni di bocca in bocca, di mano in mano, volti le spalle alla tecnologia, semplicemente sparisci nella folla. Niente bandiere, niente uniformi. Hai la tua truppa li sul campo e tutti che si guardano in torno e fanno: beh contro chi diavolo stiamo combattendo, in una situazione del genere i tuoi amici si vestono come i tuoi nemici, e i tuoi nemici come i tuoi amici. E dovete comprendere fino in fondo che queste persone non vogliono affatto trattare, nel modo più assoluto. Vogliono il califfato universale esteso a tutto il mondo, e vogliono che ogni infedele sia convertito o morto. Quindi la novità è che il nostro presunto rozze e grezzo amico si è ormai reso conto di una nuda e cruda verità, che siamo un bersaglio facile, e il nostro mondo può essere distrutto più semplicemente di quanto si creda.”
Citazione: “Beh in questo lavoro tutti i matrimoni vanno a puttane, perchè il tuo non dovrebbe.”
Citazione: “Io ho una regola se dovessimo collaborare mio caro: non deve mentirmi, non deve mentirmi mai.”
Citazione: “Una madre vale più di qualsiasi cosa ti abbiano detto”
Citazione: “Se non stai pensando alla figa, allora non sei concentrato mio caro”
Citazione: “Le vere operazioni di intelligence restano segrete per sempre. Voi americani non siete capaci di segretezza perchè siete una democrazia.”
Citazione: “Un uomo non è il suo lavoro. E’ una cosa a parte, l’uomo”
Citazione: “Avrebbe potuto rispondermi con un si o con un no. Quando un uomo mi risponde con più di un si o un no inizio a pormi delle domande”
Citazione: “In questa parte del mondo l’amicizia conta molto, può salvarle la vita”

Spionaggio basato sul Viagra

Tuesday, December 30th, 2008

(photo credits:Rich_Lem)

Una volta si usavano le pietrine colorate o i vetri colorati, spacciati come gioielli, per corrompere le popolazioni locali ed estorcere preziose informazioni strategiche.

Ora vien da ridere a leggere questo estratto di  un articolo apparso su indymedia, in cui si racconta come un agente CIA è riuscito a convincere un capo villaggio a collaborare:

L’agente ha raccontato di essersi recato in questo villaggio per incontrarne il capo tribale, un uomo di circa 60 anni con il viso incorniciato dalla immancabile barba bianca. Dopo i lunghi convenevoli, quando la conversazione è caduta sulla famiglia dell’anziano leader, marito orgoglioso ma provato di quattro giovani mogli, all’agente è venuta l’ispirazione.

“Provate una di queste. Rimarrete entusiasta”, ha detto offrendogli la scatolina con le quattro pillole di Viagra. Previsione azzeccata: “Dopo di questo – ha detto l’agente – abbiamo potuto fare quello che volevamo nella zona”.

Qualcuno spia il nostro cellulare?

Thursday, November 27th, 2008

(photo credits: gruntzooki)

Nel post “Come spiare un cellulare per intercettare chiamate e SMS” si è parlato di come mettere sotto controllo un telefono cellulare con mezzi tanto semplici quanto efficaci, ma che di certo non sono quelli utilizzati da professionisti o dalle Forze dell’Ordine.

Visto che la tecnologia di sorveglianza presentata si basa sull’installare un software sul dispositivo (cellulare) da spiare basta un po’ di logica e scaltrezza per accorgersi della sua presenza.

Come abbiamo visto il cellulare spiato riceve i comandi via un canale di controllo che utilizza gli SMS e il software spia si occupa di nascondere tali messaggi alla vista dell’utente.

Quindi semplicemente togliendo la scheda SIM da un cellulare e mettendola in un altro che si considera “pulito” si può verificare la presenza di un canale di controllo verificando che in un intervallo temporale ragionevolmente lungo (qualche giorno) arrivino dei messaggi strani e incomprensibili, in tal caso questi rappresentano dei comandi rivolti al software spia del cellulare da cui è stata tolta la scheda SIM.

Un altro modo per verificare la presenza di un canale di controllo o un canale utilizzato per la trasmissione dei dati intercettati è verificare accuratamente il proprio traffico telefonico.

Tutti gli operatori di telefonia mettono a disposizione nei loro siti un pannello di controllo dove è possibile avere un rapporto dettagliato del traffico voce e dati corrispondente al proprio numero telefonico.

Se verificando tali tabulati si notano addebiti per SMS o MMS che non si ricorda di aver inviato o la presenza di SMS, MMS o telefonate che non si ricorda di aver ricevuto, questa potrebbe essere l’evidenza di un canale di controllo.

Alla fine c’è ben poca tecnologia e molta astuzia in queste tecniche di “controspionaggio”, come sempre la mente è la miglior arma.

Intercettazioni basate sulle emissioni delle tastiere

Wednesday, October 22nd, 2008

(photo credits: lapideo)

Sappiamo bene che al giorno d’oggi i dati, in particolare modo quelli riservati e segreti, sono gestiti ormai interamente in formato digitale da sistemi informatici e che il mazzo di chiavi per accedervi è rappresentato dalle credenziali spesso identificate con username e password.

La conoscenza di username e password permette a chiunque di impersonare il legittimo utente che ha accesso ai dati, visualizzarli e fruirne. La segretezza dell’accoppiata username e password è vitale sia per la segretezza dei dati che per evitare accessi illeciti. Tali credenziali vengono spesso digitate utilizzando una tastiera.

La tastiera, come tutti i dispositivi elettrici, genera un campo elettromagetico che varia ad ogni variazione di stato, quindi anche ad ogni pressione di un tasto.

Martin Vuagnoux e Sylvain Pasini hanno trovato una tecnica per riuscire a misurare la variazione di tale campo elettromagnetico ad ogni pressione di un tasto anche a 20 metri di distanza e di fatto ad intercettare tutto quello che un utente scrive sulla tastiera a distanza.

Ma un video è più esplicativo di mille parole, in particolare se mie 😉


Compromising Electromagnetic Emanations of Keyboards Experiment 1/2 from Martin Vuagnoux on Vimeo.

Come vedete le tecnica non è ancora pronta per l’uso sul campo in intercettazioni vere perchè c’è la necessità di eliminare tutte le possibili fonti di disturbo e di battere lentamente sui tasti, ma con il tempo immagino la tecnica diventerà più fine e rodata.

Cinema: Burn After Reading, a prova di spia

Sunday, October 19th, 2008

Burn After Reading – a prova di spia: Storie diverse di vite, amori, intollerenze alimentari e tradimenti vengono accumunate in un intreccio di fraintendimenti, ricatti e omicidi.
Con una trama molto intricata e particolare cerca di non farvi pentire del tempo perso a guardarlo, e visto gli attori che vi hannno lavorato, fallendo miseramente.