Archive for February, 2008

Video about Cold Boot Attacks on Disk Encryption

Tuesday, February 26th, 2008



Cinema: John Rambo

Sunday, February 24th, 2008

John Rambo: Johnny fa il barcaiolo e si e` lasciato alle spalle la guerra, finche` un gruppo di missionari non gli chiedi di portarli in Birmania.
Un film bruttissimo che manca totalmente di phatos e trama, che non ha nulla a che fare con lo stil dei film precedenti. Questo non e` un Rambo, e` un film di violenza splatter senza capo ne` coda. Delusione totale.
Citazione: "Avete delle armi con voi?" "Certo che no" "Allora non cambierete un bel niente"
Citazione: "Fanculo il mondo"
Citazione: "Viva la sua vita finche` e` in tempo"
Citazione: "Non so cosa dire" "Allora meglio non dire niente, buona fortuna"
Citazione: "Sai chi sei.. di che cosa sei fatto.. hai la guerra nel sangue.. non resisterle.. non hai ucciso per il tuo paese.. hai ucciso per te stesso.. Dio non ti perdonera mai.."
Citazione: "Quando sei costretto ucccidere e` facile come respirare"
Citazione: "Non c’e` nessuno di noi che non vorrebbe essere altrove. Ma questo e` quello che facciamo e cio` che siamo"
Citazione: "Vivere per niente o morire per qualcosa"

Cold Boot Attacks on Disk Encryption

Saturday, February 23rd, 2008

As i usually say, computer must be secure at all ISO/OSI layers starting from physical layer. If physical layer is not secure, there ins’t security.
Take a look at this research paper from Freedom to Tinker blog.

"Today eight colleagues and I are releasing a significant new research result.
We show that disk encryption, the standard approach to protecting
sensitive data on laptops, can be defeated by relatively simple
methods. We demonstrate our methods by using them to defeat three
popular disk encryption products: BitLocker, which comes with Windows
Vista; FileVault, which comes with MacOS X; and dm-crypt, which is used
with Linux. The research team includes J. Alex Halderman, Seth D.
Schoen, Nadia Heninger, William Clarkson, William Paul, Joseph A.
Calandrino, Ariel J. Feldman, Jacob Appelbaum, and Edward W. Felten.

Our site has links to the paper, an explanatory video, and other materials."

IT Security is Burning

Saturday, February 23rd, 2008

IOR: il paradiso fiscale dei santi

Saturday, February 23rd, 2008

Vi segnalo questo interessante articolo di Repubblica sullo IOR, l’Istituto Opere Religiose.

"All’interno si trovano una grande sala di computer, un solo sportello e
un unico bancomat. Attraverso questa cruna dell’ago passano immense e
spesso oscure fortune. Le stime più prudenti calcolano 5 miliardi di
euro di depositi. La banca vaticana offre ai correntisti, fra i quali
come ha ammesso una volta il presidente Angelo Caloia "qualcuno ha
avuto problemi con la giustizia", rendimenti superiori ai migliori
hedge fund e un vantaggio inestimabile: la totale segretezza. Più
impermeabile ai controlli delle isole Cayman, più riservato delle
banche svizzere, l’istituto vaticano è un vero paradiso (fiscale) in
terra. Un libretto d’assegni con la sigla Ior non esiste. Tutti i
depositi e i passaggi di danaro avvengono con bonifici, in contanti o
in lingotti d’oro. Nessuna traccia."